Globi d’Oro: vincono Montaldo e Ozpetek



Roma, 3 luglio – Giuliano Montaldo con L'industriale e Ferzan Ozpetek con Magnifica presenza hanno trionfato quest’anno ai Globi d'oro, i premi della Stampa Estera in Italia, consegnati come da tradizione a Roma, all'Accademia Tedesca di Villa Massimo. L'industriale ha vinto il Globo come miglior film, per la fotografia e le musiche e Pierfrancesco Favino ha ricevuto il Gran Premio della Giuria. Magnifica presenza è stato premiato per la migliore regia e per le prove d’attore di Elio Germano, Paola Minaccioni, Anna Proclemer (Globo d'Oro speciale) e Beppe Fiorello (segnalato anche per Terraferma di Crialese).

 

Tra gli interpreti, si sono distinte anche Asia Argento per Isole e Andrea Osvart (alla quale il Sngci ha consegnato a Taormina il Premio Biraghi), protagonista di Maternity Blues, che è risultato il Film da non dimenticare. Laura Morante invece è la regista rivelazione per Ciliegine. Tra le opere prime, ha vinto Appartamento ad Atene di Ruggero Dipaola, che uscirà in sala il 14 settembre, mentre tra le commedie l’ha spuntata Fausto Brizzi con Com'è bello far l'amore. E ancora, Michele Placido ha preso il Premio alla carriera e una Menzione speciale l’ha avuta Giovanna Cau, a cui Marco Spagnoli ha dedicato Diversamente giovane, “per una vita dedicata al cinema”.

 

Tutti i vincitori

 

-Miglior film: L'industriale di Giuliano Montaldo

-Migliore regista: Ferzan Ozpetek per Magnifica presenza

-Migliore opera prima: Appartamento ad Atene di Ruggero Dipaola

-Migliore commedia: Com'è bello far l'amore di Fausto Brizzi

-Migliore sceneggiatura: Roberto Faenza e Dahlia Heyman per Un giorno questo dolore ti sarà utile

-Migliore attore: Elio Germano per Magnifica presenza di Ferzan Ozpetek

-Migliore attrice: Asia Argento per Isole di Stefano Chiantini

-Miglior attore non protagonista: Beppe Fiorello per Terraferma e Magnifica presenza

-Migliore attrice non protagonista: Paola Minaccioni per Magnifica presenza

-Migliore fotografia: Arnaldo Catinari per L'industriale di Giuliano Montaldo

-Migliore musica: Andrea Morricone per L'industriale di Giuliano Montaldo

-Migliore interprete canzone originale: Patty Pravo per Com'è bello far l'amore

-European Golden Globe: Andrea Osvart

-Migliore documentario: Mare chiuso di Stefano Liberti e Andrea Segre

-Migliore cortometraggio: La casa di Ester di Stefano Chiodini

-Migliore produttore: Elda Ferri per Un giorno questo dolore ti sarà utile di Roberto Faenza

-Miglior film europeo: Quasi amici di Olivier Nakache e Eric Toledano

-Globo d'Oro speciale: Anna Proclemer per Magnifica presenza di Ferzan Ozpetek

-Premio alla carriera: Michele Placido

-Menzioni speciali: Giovanna Cau per una vita dedicata al cinema

-Regista rivelazione: Laura Morante per Ciliegine

-Film da non dimenticare: Maternity Blues di Fabrizio Cattani -

Premio Speciale della Giuria: Pierfrancesco Favino